Giuseppe Tucci

L'ESPLORATORE DELL'ANIMA

Documentario 1
Giuseppe Tucci,
scienziato, esploratore e pellegrino nelle terre del cielo
una produzione Arte Nomade
in collaborazione con Is.I.A.O.,Comune di Macerata, Provincia di Macerata
Soggetto e regia Giorgio Cingolani
Scansioni fotografiche Paola Ciccarelli, Pino Bianco
Musiche Ogam
Voci narranti David Quintili, Giorgio Felicetti
Grafica Jerry di Tullio

Documentario 2
Nel Tibet perduto
una produzione Arte Nomade, V.I.E.W.
in collaborazione con Comune di Macerata, Provincia di Macerata, Tucano viaggi e ricerca
Soggetto e regia Giorgio Cingolani
Immagini di repertorio Claudio Cardelli
Musiche Ogam
Voce narrante Piergiorgio Pietroni
Grafica Jerry Di Tullio


 
Lo tovi in allegato al terzo numero della rivista
ARTE NOMADE

 

Giuseppe Tucci
scienziato,esploratore e pellegrino nelle terre del cielo

Giuseppe Tucci (Macerata 5/6/1894 – S.Polo dei Cavalieri (RM) 5/4/1984) è stato uno dei più insigni orientalisti ed è considerato ancora oggi uno tra i massimi conoscitori del Buddhismo tibetano e dell’Induismo.

Linguista sorprendente, viaggiatore, scienziato, egli percorse a piedi, con le carovane, le amene lande himalayane in 14 memorabili spedizioni. Lo fece in epoche non sospette quando ancora il nome Tibet sembrava evocare ai più un paese leggendario e irreale. Da quei viaggi ne riportò una documentazione culturale, artistica e antropologica straordinaria, descritta ampiamente in opere da lui compilate, ancora oggi considerate come i capisaldi dell’orientalismo moderno. Questo documentario ricostruisce le tappe fondamentali della sua vita di scienziato ed esploratore, attraverso le immagini cine-fotografiche d’epoca e alcuni filmati contemporanei girati nelle regioni attraversate da Tucci durante i suoi viaggi.


NEL  TIBET PERDUTO

Nel 1935 Giuseppe Tucci, il grande orientalista italiano, percorre a piedi gli ameni altopiani del Tibet Occidentale, spingendosi fin nei luoghi sacri dei pellegrinaggi buddhisti e induisti del Lago Manosarovar e del Monte Kailash. Come testimonianza di quel grande viaggio pubblica il diario “Santi e briganti nel Tibet ignoto”. A distanza di quasi 70 anni una spedizione maceratese raccoglie quella minuziosa descrizione del Tibet e riparte a piedi “Sulle orme di Tucci” ripercorrendo gli stessi luoghi e negli stessi modi e tempi con cui si mosse il celebre concittadino. Il documentario è la cronaca di questa splendida avventura e la testimonianza viva e diretta dei profondi e sconvolgenti cambiamenti avvenuti nell’ultimo mezzo secolo in Tibet.

Back