MONTELAGO  CELTIC NIGHT  5 AGOSTO 2006


DAL TRAMONTO ALL'ALBA

Un evento giunto alla quarta edizione che ha finora richiamato più di 50.000 presenze provenienti da tutta Italia. Montelago Celtic Night è l’appuntamento imperdibile per chi coniuga amore per la musica e rispetto per l’ambiente, per chi si sente in pace con il mondo e apprezza la frugalità della vita nomade in tenda. E’ ancora un esempio di come musica e cultura siano grandi veicoli per la conoscenza del territorio e lo sviluppo turistico.

Infoline: Arte Nomade tel 0733.201359 
E-mail artenomade@artenomade.com

 

Una notte druidica nell’Appennino marchigiano


Un’organizzazione a cura di: 
Arte Nomade
Provincia di Macerata
Comune di Sefro
Comune di Serravalle di Chienti
Comune di Camerino
Comunità Montana di Camerino
Protezione Civile Regionale
CRI
Pro loco Camerino Sefro Serravalle
 
Direzione artistica: 
Arte Nomade

Ideazione:  
Maurizio Serafini 
Luciano Monceri 

Scenografie:
Paola Ciccarelli

Segreteria:
Giuseppe Lupi

Grafica: 

Jerry Di Tullio

Responsabili audio:
Eliseo Mozzicafreddo


Responsabile Impianti elettrici: 
Giorgio Roselli

Copertura palco: 
Teatro Service

Palco: 
Miconi Maurizio

Fotografia e video:
Foto CMR 

Servizio d’ordine: 
Protezione Civile di Serravalle di Chienti, 
Sefro e Muccia

Servizio medico: 
Croce Rossa provinciale

Pronto intervento: 
Carabinieri

Salvaguardia ambiente: 
Corpo Forestale dello Stato

Trasporti
Faggiolati Pumps


MANIFESTAZIONE ECOCOMPATIBILE

 

in collaborazione con:












 
Ingresso gratuito Parcheggio auto 15 €

Programma 2006 


GIOCHI CELTICI ore16:00
ENSAMBLE SANGINETO ore 20:30
WHISKY TRAIL ore 21:15
FORTEBRACCIO VEREGRENSE ore 22:35
MARK SAUL ore 22:45
PECHEURS DE PERLES ore 00:30
FORTEBRACCIO VEREGRENSE ore 2:00
GENS D’YS ore 2:15
VINCANTO ore 2:45
BIRKIN TREE ore 4:00

STAGES 


Cornamusa scozzese a cura di Franco Calanca
Inizio Stage
ore 17,00
per prenotazioni e-mail: artenomade@artenomade.com 
o dalle ore 14,00 del 5 agosto presso la tenda di Arte Nomade

Danze celtiche a cura di Gens d’Ys
Inizio Stage
ore 17,00
per prenotazioni e-mail: umberto.crespi@fastwebnet.it 
o dalle ore 14,00 del 5 agosto presso la tenda di Arte Nomade

Arpa celtica
a cura di Katia Zunino
Inizio Stage
ore 16,00
per prenotazioni tel. 3336203379
o dalle ore 14,00 del 5 agosto presso la tenda di Arte Nomade

Salterio a cura di Michele  Sangineto
Inizio Stage
ore 17,00
per prenotazioni e-mail: artenomade@artenomade.com 
o dalle ore 14,00 del 5 agosto presso la tenda di Arte Nomade

Combattimenti con spade a cura di Behoram Wallace
Inizio Stage
ore 15,00
per prenotazioni tel. 3478633814 
o dalle ore 14,00 del 5 agosto presso la tenda di Arte Nomade


GIOCHI CELTICI 


MONTELAGO CELTIC GAMES 2006

LANCIO DEL TRONCO
LANCIO DELLA PIETRA


LANCIO DEL TRONCO
 
Finalità: Il concorrente dovrà lanciare più lontano possibile un tronco di lunghezza variabile in base alle categorie. La vittoria andrà al concorrente che lancerà il tronco più distante dalla linea di separazione delle aree del campo di gioco.
Regole:

Il concorrente dovrà sorreggere il tronco con le due mani unite impugnando il tronco alla base; per l’eventuale rincorsa avrà a disposizione un’area di mt. 5 (Pedana di Spinta) delimitata da una linea rossa che non potrà in alcun modo essere sorpassata o calpestata. Eventuali infrazioni a quanto sopra decreteranno la nullità del lancio. La lunghezza del lancio sarà calcolata tra il limite della linea rossa (verso l’Area di Lancio) e la parte del tronco più vicina ad essa. Per raggiungere la distanza ottimale il concorrente avrà a disposizione tre lanci da effettuarsi a rotazione con gli altri concorrenti. L’ordine di lancio verrà sorteggiato dalla giuria prima dell’inizio della gara.

Nelle gare saranno presenti due categorie:

1- Highlanders (Tronco da 3 metri)

2- Ladies (tronco da 1,8 metri)

 


LANCIO DELLA PIETRA
Finalità: Il concorrente dovrà lanciare più lontano possibile una pietra di peso variabile in base alle categorie. La vittoria andrà al concorrente che lancerà la pietra più distante dalla linea di separazione delle aree del campo di gioco.
Regole:

Il concorrente dovrà sorreggere la pietra con le due mani unite e la lancerà all’indietro facendosela passare sopra la testa; il lancio dovrà essere effettuato senza rincorsa e la linea rossa non potrà in alcun modo essere sorpassata o calpestata. Eventuali infrazioni a quanto sopra decreteranno la nullità del lancio.

La lunghezza del lancio sarà calcolata tra il limite della linea rossa (verso l’Area di Lancio) e la parte  della pietra più vicina ad essa Per raggiungere la distanza  ottimale il concorrente avrà a disposizione tre lanci da effettuarsi a rotazione con gli altri concorrenti. L’ordine di lancio verrà sorteggiato dalla giuria prima dell’inizio della gara.

Nelle gare saranno presenti due categorie:

1- Highlanders

2- Ladies

 

ISCRIZIONI: fino al 3 agosto ARTE NOMADE Tel. 0733.201359 Fax 0733.203258 email artenomade@artenomade.com

Dal 4 agosto fino alle ore 16 del 5 agosto direttamente a Montelago presso lo stand informazioni

INIZIO GARE Sabato 5 agosto ore 16:00

 

ENSAMBLE SANGINETO (Lombardia)

Michele Sangineto, storico liutaio monzese di arpe, salteri e dulcimer, nonchè marito di Paola e quindi padre di Caterina e Adriano. Ecco come nasce l’ensamble Sangineto: una cosa di famiglia. Fin da piccoli Caterina e Adriano ascoltano i suoni celestiali delle arpe del papà e diventano musicisti e compositori. Paola, la moglie, condivide questo grande viaggio del marito e anche lei diventa musicista. Ora la famiglia Sangineto esce allo scoperto e pubblica un CD (Altea Rosa)  con 15 tracce: suoni d’altri tempi, eterei, sicuri. Il repertorio spazia dai tradizionali della musica medievale e rinascimentale (Landini, Caldara, O’Carolan) fino agli autori contemporanei (Alan Stivell, Vincenzo Zitello) e soprattutto dà spazio alle composizioni originali dei più giovani della famiglia Adriano e Caterina. L’Ensamble Sangineto ha già partecipato a prestigiosi festival europei come quelli di Saint Chartier e Lorient in Francia, Bruges e Bruxelles in Belgio, Burghausen e Brandemburg in Germania, Vigo in Galizia, Bellinzona in Svizzera, Londra, Budapest e Vienna. A Montelago apriranno il festival proprio al crepuscolo per dipingere poeticamente le bellezze dell’altopiano.

Michele: Salterio ad arco contralto
Paola: Arpa, salterio ad arco contralto e organistrum
Caterina: Organo portativo, organistrum, salterio ad arco contralto, arpa e voce
Adriano: Salteri ad arco basso e contralto, arpa, arpanetta e voce

 
WHISKY TRAIL (Toscana) 

Gruppo storico italiano del folk irlandese, i Whisky Trail hanno all’attivo più di trent’anni di attività concertistica e numerosi lavori discografici alle spalle. Per chi ancora non li conosce, i loro raffinatissimi concerti hanno estasiato le platee dei principali folk festival italiani e europei. Hanno suonato insieme a musicisti del calibro di Andy Irvine e Carlos Nunez. e partecipato a prestigiose trasmissioni televisive della RAI quali Concerto per l’Europa insieme a Stephane Grappelli, Roberto Murolo e Severino Gazzelloni, Pickwick condotto da Alessandro Baricco e Help di Red Ronnie. La musica dei Whisky Trail è stata colonna sonora di importanti documentari televisivi ed inserita in prestigiose compilations internazionali a fianco di nomi come Chieftains, Sinead O’Connor, Lyam O’Flynn e Sharon Shannon. Recensiti ottimamente anche nei giornali d’oltremanica i Whisky Trail vengono così definiti dall’ Irish Music Magazine:

….E' interessante ascoltare l'interpretazione di musiche irlandesi da parte di musicisti di altissimo livello che non hanno un legame etnico con l'Irlanda. Se esiste ancora qualcuno che ha dei dubbi  sul fascino che la  musica irlandese esercita a livello internazionale, il CD dei Whisky Trail  dovrebbe convincerlo definitivamente. C'è una freschezza nell'approccio che è particolarmente seducente. La fusione del bouzouki con la uilleann pipes, il whistle e il bodhran è unica e magica: potrebbe avere una notevole influenza per un ulteriore sviluppo della musica  irlandese.”

Giulia Lorimer: voce, violino
Vieri Bugli: violino
Stefano Corsi: arpa celtica, armonica, harmonium e voce
Massimo Giuntini: uilleann pipes, tin and low whistle
Pietro Sabatini: chitarra, bouzouki, bodhran, pedal bass pipe e voce

 
FORTEBRACCIO VEREGRENSE (Marche)

Braccio Veregrense rievoca la vita e i combattimenti di vari periodi e i vari popoli che hanno caratterizzato la storia italica e non...
Partendo dall'alto medioevo (A.d. 600 circa) fino all'inizio del rinascimento (A.d. 1510 circa). Ricostruendo ogni particolare nell'equipaggiamento, nella vita militare e nelle tecniche di combattimento Nei sui spettacoli il gruppo propone spettacolari ricostruzioni di Duelli con vari tipi di armi come spada e scudo, spade a 1 mano e mezza e a 2 mani, asce, mazze e Lance. Riscuotendo sempre un grande successo in Manifestazioni come Montelago Celtic Night (Mc) La festa Celtica di Beltane a Biella, Veregra Streets a Montegranaro (Ap) e altre Dozzine in Italia e all'estero.
Inoltre il gruppo è uno dei pochi in Italia ad essere dotato di un gruppo di combattimento a Cavallo.

 

 
MARK SAUL (Scozia-Australia)

Tra i più rispettati compositori contemporanei di successo mondiale nell’ambito della cornamusa, la musica di Mark Saul è molto popolare grazie al continuo lavoro di contaminazione. Sue composizioni sono apparse regolarmente su CD sin dal 1992, e vengono suonate e registrate da numerosi gruppi di cornamuse, ensemble folk e artisti solisti di tutto il mondo. Dal 1992 gran parte del repertorio della Victoria Police Pipe Band, sia nelle competizioni che nei concerti, è composto da Mark, e il loro CD del 1993 “Live concert in Ireland” conta ben venti pezzi firmati da Mark Saul, un disco che è diventato un classico tra i più venduti per gli amanti delle pipe band. Oltre alla musica tradizionale, Mark si è sempre interessato alla musica elettronica, oltre che a quella classica e al rock. Dal 1990 le sue composizioni hanno subito l’influenza del mondo della dance e dell’elettronica della scena dance party sia australiana che britannica, e dal 1992 Mark ha preso a creare una sorta di moderno ibrido dance/folk, confrontandosi con molti artisti per verificare il potenziale di questo nuovo genere. Nel 1999 Mark dà vita alla singolare band ‘Mumonkan’. Nel 2000 i Mumonkan registrano e producono il loro EP di debutto ‘Electronic Disobedience’,  Nel 2003 Mark si impegna in un progetto solista per cornamuse, cui fa seguito l’uscita dell’album ‘Mixolydian’. Nel 2004 il CD raggiunge un grande successo internazionale, sia di pubblico che di critica, e Mark in agosto è nel Regno Unito per una serie di interviste alla BBC per il Celtic Connections e il programma PipeLine, e si parla di lui in un articolo della rivista Piping Today. L’etichetta scozzese Greentrax si occupa della sua distribuzione internazionale dal settembre 2004. Per eseguire le musiche di ‘Mixolydian’, viene formata la Mark Saul Band, con musicisti del giro Mumonkan e di Hamish Davidson (Davidson Brothers) al violino.

 

MARK: cornamuse e registrazioni
PAUL: basso
CHARLOTTE: violino
SIMMO: chitarra

 
PECHEURS DE PERLES (Iran-Iraq-Francia)

Un grande concerto di musica araba a Montelago. E’ la nostra ambizione alla pace, all’incontro col mondo e ciò dimostra che non vogliamo chiuderci in clan che non ascoltano altre voci. I Pecheurs de Perles prendono il nome da quella grande comunità di pescatori che navigavano dal Mediterraneo fino all’India e che provenivano dalle disparate località del Golfo Persico. Era incontro, scambio, come lo era la loro musica. Nelle barche dei pescatori la musica era in simbiosi con il lavoro, anzi era proprio scansione ritmica del lavoro e a seconda dei porti dove si attraccava e veniva arricchita da nuove sonorità e canzoni. La pesca delle perle è scomparsa ma la musica è sopravvissuta e l’ensamble dei Pecheurs de Perles ne è uno dei più grandi testimoni. Fondata dal compositore iracheno Mohamed Alnuma, la band ci inviterà a salire in una delle barche che andavano alla pesca della perle per farci rivivere le emozionanti suggestioni di un viaggio verso oriente. La loro musica è contaminazione, incontro, è un ponte tra oriente e occidente, un mezzo per trasmettere idee e sentimenti da una cultura all’altra. I testi delle canzoni provengono principalmente dal poeta Soufi Al-Hallaj (857-922). A Montelago i Pecheurs de Perles presenteranno il nuovo CD WAHED pubblicato da Arte Nomade.

Mohamed Alnuma: oud, voce
Olivier Milchberg: bouzouki, cumbus, jura, nay, contrabbasso
Mathias Autexier: percussioni
Catherine Roy: fisarmonica
Zhubin Kalhor: Kamanche, percussioni

 
GENS D’YS (Lombardia)
Era il 1993 quando alcuni amici decisero di costituire un gruppo di danza ispirato alle tradizioni bretone, scozzese e soprattutto irlandese. Dopo più di un decennio, Gens d'Ys è cresciuto grazie all'apporto di nuovi elementi, alla partecipazione a stage tenuti da insegnanti professionisti e soprattutto grazie agli insegnamenti di Sinead Venables, ex campionessa del mondo di danze irlandesi. Il repertorio, a lungo limitato soprattutto a danze di genere popolare e folkloristico, si è aperto al nuovo stile irlandese portato a conoscenza del grande pubblico dagli spettacoli Riverdance e Lord of the Dance. Ospiti di numerose manifestazioni in tutta Italia i Gens d’Ys hanno partecipato ai principali festival di cultura celtica come Celtica in Val d'Aosta, Capodanno Celtico a Milano, il Festival Interceltico di Ostiano, il Fairylands di Guidonia, il Patavium di Padova, il Bustofolk e non potevano quindi mancare nemmeno a Montelago.
I francesi li hanno visto nelle piazze alsaziane e i tedeschi nelle strade di Friburgo. Hanno avuto il piacere di ballare per e con gruppi di fama internazionale come The Chieftains (con i quali hanno collaborato nei 4 spettacoli della loro mini tournée nel dicembre 2003) Dervish, Lunasa, Liam O'Connor, Craob Ruah, Kareen Tweed per l'Irlanda, Tannahill Weavers e Burach per la Scozia, Skolvan per la Bretagna. A Montelago nel pomeriggio terranno anche un corso di danza celtica. Iscrizioni presso Arte Nomade Tel. 0733/201359 o direttamente alla tenda informazioni a partire dalle ore 15 del 5 agosto.
 
VINCANTO (Marche)

Il Gruppo Folk Vincanto nasce nel 2002 da una viva amicizia e da una solida collaborazione tra i cinque componenti, che dopo pluriennali esperienze individuali nel campo della musica (popolare e non), hanno deciso di unirsi per interpretare e valorizzare il patrimonio sonoro, vocale e ritmico delle Marche, aprendolo a salutari scambi e confronti con quello di altre regioni e nazioni. Ciò che anima la proposta musicale dei Vincanto non riguarda soltanto il "cosa" (ballate narrative, serenate, canti a ballo, stornelli licenziosi, brani strumentali, canti religiosi, satirici, enumerativi…), ma anche e soprattutto il "come": la ricerca stilistica e gli arrangiamenti sono curati nell'ottica di una fedeltà rispettosa ma non pedissequa verso i modelli originali, e inseguono accattivanti contaminazioni tra forme melodiche, armoniche, ritmiche e testuali derivate da radici differenti, fra cui quella autoctona prevale ma non prevarica. Sullo sfondo vi è l'idea irriducibile che la musica - soprattutto, ma non solo, quella popolare - è di tutti ed è per tutti, che non tollera né dogane né padroni, e che "...è la miglior risposta al razzismo. È sempre affascinante vedere culture diverse interagire fra loro. Quando questi scambi prendono corpo, si crea qualcosa di magico che non ha paragoni in campo musicale" (Peter Gabriel). A Montelago un gruppo di musica marchigiana per far conoscere a tutti la bellezza dei repertori tradizionali.

SIMONE BOMPADRE: voce, chitarra classica, clavietta, mandolino,
organetto e percussioni

MAURO FABBRI: voce, flauti, clarinetto e percussioni
FRANCESCO FAVI: voce e percussioni
ROBERTO RAPONI: voce e percussioni
RICCARDO ROCCHETTI: voce, chitarre e percussioni

 
BIRKIN TREE (Liguria)

Altra storica band italiana di musica celtica i Birkin Tree negli ultimi anni hanno suonato con Liam O'Flynn, Martin Hayes e Dennis Cahill, e Niamh Parsons, Graham Dunne, Murty Ryan,  Derek Hickey e Cyril O'Donoghue. Hanno partecipato dal vivo a trasmissioni radiofoniche e televisive per RAI 1, RAI 3, RAI Radio 1, RAI Radio 2, TELE + 3, TMC Telemontecarlo, RTS Svizzera, Telepiù, Radio Capodistria, Radio Popolare di Milano, ed in Irlanda per RTE (la radio nazionale irlandese), Radio Kerry e Radio Clare. La loro musica è stata trasmessa in varie occasioni dalle radio di Germania, Francia, Norvegia, Italia, Irlanda, Australia, Stati Uniti, Russia, Stato del Vaticano e Svizzera. La band ha all'attivo tre incisioni discografiche Continental Reel (1996), A Cheap Present (1999), 3(three) (2003)  e decine di compilation. I dischi hanno ottenuto lusinghiere recensioni ed importanti riconoscimenti dalla stampa specializzata europea ed americana: Continental Reel: miglior disco del biennio 95/96 per principale rivista italiana di musica etnica Folk Bulletin; A Cheap Present: recensione da Cinque Stelle (massimo punteggio) da parte di Musica di Repubblica; 3(three): premio di qualità “BRAVO!” ricevuto dalla più importante rivista francese di musica; sesto posto nella classifica dei migliori dieci dischi dell’anno 2003 stilata dalla rivista tedesca FolkWorld; recensione da Quattro Stelle da parte di Musica di Repubblica; terzo posto nella classifica dei migliori cinque dischi dell’anno 2003 stilata dalla rivista italiana Folk Bulletin. I Birkin Tree sono stati testimonial per alcuni anni dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese, di Guinness Italia e di Jameson Whiskey. Per due volte hanno suonato in onore del Ministro irlandese per l’Agricoltura in occasione delle sue visite in Italia.

Fabio Rinaudo: uilleann pipes, flauti
Daniele Caronna: violino, chitarra
Devis Longo: pianoforte, sax soprano e contralto
Michel Balatti:
flauto traverso irlandese


PER TUTTI GLI STANDISTI DEL MERCATINO CELTICO


Tutti gli standisti di artigianato celtico che vogliono partecipare come espositori alla notte di Montelago possono fare riferimento per la prenotazione spazi a Giuseppe Lupi, telefonicamente al 3286183552 o tramite e-mail: peppelupi@inwind.it .

vi ricordiamo che per partecipare è obbligatoria la prenotazione.

 


Per ulteriori informazioni contattare artenomade@artenomade.com

INFO MONTELAGO CELTIC NIGHT

Dove

- Montelago è un altopiano posto a 1000 metri s.l.m. in cui convergono i confini dei comuni di Sefro, Camerino e Serravalle del Chienti.

Quando

- Montelago Celtic Night si svolge Sabato 5 agosto dal tramonto fino all’alba del giorno successivo.

Come si raggiunge

- Percorrere la valle del Potenza fino a Pioraco e quindi girare per Sefro. Da Sefro la strada continua salendo fino all’altopiano di Montelago.
- Percorrere la valle del Chienti fino a Serravalle del Chienti quindi piegare verso nord per la strada che porta a Sefro. Traversare la frazione di Copogna e salire fino all’altopiano di Montelago.

Informazioni tecniche

- Orario stands gastronomici: dalle ore 18 alle ore 6
- Stands di artigianato celtico e liuteria
- Spettacoli
- Divinazioni
- Danze sacre
- Fuochi rituali
- Campeggio libero
- L’altopiano di Montelago è posto a 1000 m s.l.m. e la notte la temperatura scende sensibilmente. Consigliamo abbigliamento adeguato e coperte per l’appratamento

Back